Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito potrebbe utilizzare cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati. 
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Leggere Insieme

Elaborare il Lutto

I Dubbi dell'Età

PERCORSO

Scrivere e Conoscersi

IL FUOCO DENTRO

PARTNER apda

CERCA


ATTIVITÀ

ZAIRA INSEGNA...
 
PROGETTO PEDAGOGICO CON L'AUSILIO DEL CANE
 
Negli ultimi anni di lavoro abbiamo avuto la possibilità di affiancare il cane (la cana) Zaira alle nostre attività e di osservare che, in particolare i bambini, trovano un beneficio enorme dalle attività di socializzazione con il cane.
 
I nostri sono percorsi di socializzazione con l'animale, che hanno come obiettivo l'educazione al rispetto, l'elaborazione delle paure, l'elevazione dell'autostima (specie in soggetti malati o in forte difficoltà), soprattutto il divertimento, il misurare i propri punti di forza e i propri talenti che, a fianco dei lutti, della malattia, o delle paure, restano in piedi a ricordare che vi è sempre una dimensione positiva a cui attingere.
 
In molti casi abbiamo sperimentato che vi è un miglioramento negli apprendimenti.
 
conoscerew
Zaira è un cane di media taglia, al primo impatto potrebbe incutere timore, in realtà trova sempre il modo di farsi amare dai bambini.
Il percorso in Pet Terapy insieme a Zaira è in itinere, nel frattempo però i nostro progetto di socializzazione prevede un Lavoro di Gruppo con la "costruzione" di una o più fiabe in cui tutti i bambini sono protagonisti.
 
 
Questa attività mette a fuoco le problematiche, su di esse si elabora, per questo è sempre auspicabile il confronto e la collaborazione con le psicologhe che già seguono i bambini.
 
Si disegna, si procede alla narrazione, Zaira (la cana) è punto essenziale in questi passaggi dove i bambini possono darle dei ruoli dal lupo cattivo a ciò che meglio credono (in una fiaba ha fatto una bambina perchè mancava un personaggio).
 
L'obiettivo è far sì che i bambini con vissuti di lutto, malattia, disabilità, possano –divertendosi- costruire pian piano uno stile che li veda protagonisti della loro vita anche se difficile.
Quando possibile, il loro prodotto, dopo un percorso variabile nel tempo a seconda dei gruppi lavoro e del numero degli incontri, si metterà “in scena” e si renderà visibile ad amici, parenti, insegnanti...
 
Lo scopo di questo non è il risultato finale ovviamente, ma la forte motivazione data dall'avere un obiettivo per cui lavorare e di cui altri godranno il risultato.
 

La Grande RIsorsa

La "CRISI" dov'è?